Dente
Igienista Dentale - Andrea Dalle Donne
  Igienisti dentali

Disodontiasi del III molare

(dente del giudizio)



La disodontiasi è la difficoltà nella eruzione di elementi dentari, in genere dovuta a mancanza di spazio utile o all'orientamento scorretto del dente.
È un evento tipico dei terzi molari o denti del giudizio (ottavi) mal collocati, ma anche dei canini e dei secondi molari superiori.
Il terzo molare, l’ultimo dente permanente ad erompere in arcata, spesso non trova spazio sufficiente per posizionarsi dietro gli altri molari.
Per motivi filogenetici infatti, i mascellari dell’essere umano si sono modificati nel corso dei millenni e questo dente non riesce sempre a crescere in maniera corretta, ma rimane incluso dietro il molare che lo precede.
Questa inclusione può essere di due tipi: profonda (inclusione ossea), o superficiale (inclusione mucosa).

Denti del Giudizio



I terzi molari vanno controllati precocemente sin dai quattordici anni, con un analisi della radiografia panoramica (ortopantomografia), per accertarne preventivamente la posizione non corretta.
Quando questo dente è in posizione anomala infatti, va facilmente incontro ad un’infiammazione del tessuto che lo circonda (gengiva), dolore e difficoltà di apertura della bocca e della masticazione. Questo quadro clinico prende il nome di disodontiasi del terzo molare.
èpossibile con un trattamento antibiotico e analgesico ma la recidiva è frequente.




Se l’infezione non regredisce il quadro clinico diventa più grave con:

1. ascessi

2. infezione ossea

3. diffusione dell'infezione a zone contigue

4. trisma (grave difficoltà di apertura della bocca)

5. formazione di cisti.


Il terzo molare malposizionato può inoltre causare danni al dente che lo precede.
Le manifestazioni acute della disodontiasi possono verificarsi saltuariamente ma generalmente progrediscono, diventando sempre più frequenti.

L’estrazione di questi elementi è spesso la soluzione ideale e i problemi post-chirurgici sono minimi se l’operazione viene eseguita prima dei 25 anni d’età. La difficoltà nell’estrazione del terzo molare dipende dalla profondità dell’inclusione del dente e dalla forma delle sue radici.


Cerca
Cerca nel sito

Newsletter
     News!!!
riflesso